Manifesto

Se l’educatore è irritato da un difetto o da una mancanza di un allievo, prima di correggerlo, dovrebbe attendere di essersi pacificato. Mons. Luigi Caburlotto